Disostruzione Pediatrica – Quando speri che un corso non ti debba servire mai 1


Non sapevo il significato del termine disostruzione pediatrica fino a che non ho visto il video “Come l’aria” di Mammamatta. Non ero ancora incinta, ma sicuramente un bimbo era nei nostri progetti e mi sono detta che avrei sicuramente fatto il corso, infatti quando ancora Ale doveva nascere ho cercato subìto di informarmi su dove e quando mi sarebbe stato possibile farlo, ma ancora prima ne ho parlato con amiche incinte o già mamme, non so perché l’ho presa così a cuore, forse per la voce spezzata di Ornella nel video, forse per la disperazione che si legge nei suoi occhi nel raccontare quella scena, forse perché informandomi un po di più su questo tema ho scoperto i numeri devastanti delle conseguenze di casi come questo: “Sono 50 circa i bambini, di cui 30 sotto i 4 anni, che ogni anno muoiono in Italia per incidenti evitabili, come per il soffocamento [….] Secondo i dati ufficiali dell’Istat, il 27% delle morti classificate come “accidentali” nei bambini da 0 a 4 anni avviene per soffocamento causato da inalazione di cibo o di corpi estranei. […] Nella fascia di età tra 0 e 4 anni, l’inalazione di corpi estranei è la seconda causa di morte accidentale dopo gli incidenti stradali. […]” (Fonte Ansa)

img_20160708_222607455.jpg

Avete presente le esercitazioni per per il terremoto che vi fanno fare a scuola? Non so se vengano fatte con la stessa frequenza in tutta Italia ma qui in Emilia siamo in zona purtroppo parecchio sismica e non passano molti anni tra un episodio ed un altro, quindi in ogni scuola di ordine e grado viene fatta l’esercitazione tutti gli anni. A forza di sentirci dire di andare sotto il banco, anche se li per li si rideva e si scherzava, contenti più che altro di perdere qualche minuto di lezione, quando ne viene bisogno sotto al banco ci vai davvero e vi dirò di più, qualche anno fá mi è capitato di essere al lavoro durante un evento sismico ed in quei casi il cervello va con il pilota automatico, la paura prende il sopravvento ma se lui è addestrato ad avere un certo comportamento lo avrà e così inconsciamente mi sono ritrovata sotto la scrivania.

Ho fatto quest’anno per la prima volta il corso sulla disostruzione, quando Ale aveva pochi mesi, l’ho fatto con Luca ed ho già insistito con tutti i nonni perché lo facciano anche loro alla prima occasione, lo ripeterò ogni anno nella speranza di non dover mai mettere in pratica gli insegnamenti, ma se mai dovesse presentarsi una situazione di occlusione delle vie respiratorie a mio figlio o a qualsiasi altro bambino in mia presenta, voglio che in quel momento di panico totale il pilota automatico del mio cervello sappia cosa fare.

Informativi presso la croce rossa o la pubblica assistenza del vostro paese e frequentante uno di questi corsi, una serata in compagnia dei volontari può salvare la vita di vostro figlio.

Un video non può bastare per spiegare le manovre, è necessario andare al corso per provare sul manichino ed avere ben chiaro il comportamento da tenere in attesa dei soccorsi, ma per chi l’avesse già fatto vi lascio il link ad un video fatto secondo me molto bene, con cui ogni tanto potete rinfrescarvi la memoria.

Ne oubliez pas de sourir et aimer.
Stefi

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Disostruzione Pediatrica – Quando speri che un corso non ti debba servire mai

  • Federica

    Infatti tesoro, anch’io consiglio questo corso a tutti..soprattutto a noi mamme.
    Brava, hai detto bene..si spera di non mettere mai in pratica questi loro insegnamenti..ma anche se fosse, non bisogna farsi prendere dal panico..bisogna assolutamente cercar di salvare la vita a quella persona..in attesa dei soccorsi!