My kitchen, my love 2


Quando abbiamo deciso di comprare quella che ora è la nostra casa, il mio primo amore è stata senza dubbio la stanza della cucina, prima di tutto è divisa dal salotto, sò che vanno di moda gli open space e c’è chi sogna (come la mia mamma) di tirare giù muri per unire salotto e cucina, io invece dopo 3 anni di convivenza in un appartamentino con sala e cucina insieme, pativo proprio la voglia di una CUCINA, che non fosse nient’altro che elettrodomestici, tanti pensili contenitori ed un bel tavolo per mangiare.

E così dopo un primo periodo con molti dubbi sulla disposizione, gli attacchi erano già tutti presenti quindi potevamo chiedere qualche piccolo spostamento ma non strafare, siamo andati nel mobilificio di fiducia, in cui anche i miei genitori hanno arredato casa quasi 30 anni fa (e la cucina è ancora quella, anche se la mamma a volte vorrebbe prenderla a martellate per poterla cambiare), si chiama Stefani Arredamenti (www.arredamentistefani.it) ed è in provincia di Reggio Emilia, precisamente a Ventoso di Scandiano. Abbiamo acquistato qui la cucina e gli armadi per le camere e ci rivolgeremo sicuramente a loro in futuro per completare gli armadi del soppalco.

La cucina è della Arredo3, ho scelto un colore “neutro” come il grigio perchè mi conosco e dei colori mi stanco presto, quindi ho optato per un colore del genere che possa essere abbinato con tutti gli altri e nel tempo giocherò con i complementi di arredo. La prima scelta di abbinamento, che tiene botta già da più di un anno è il grigio/rosso.
Sono arrivata in mobilificio con la richiesta di progettare una cucina che non fosse convenzionale, non volevo la solita parete attrezzata tutta da un lato e dietro il tavolo rilegato contro al muro e… questo è stato il meraviglioso risultato:

DSC02808 2DSC02802IMG_9390IMG_9389IMG_9385IMG_9394IMG_9404DSC02816DSC02812 2DSC02810 2

Lampada a forma di freccia Maison di Monde (ora non la fanno più rossa ma solo grigio fumo, molto bella lo stesso, link qui).

Carrellino in acciaio inox IKEA UDDEN (link qui)

Quadro parigino IKEA VILSHULT (link qui)

Lampada IDEAL LUX.

 

Qualche dettaglio:

DSC02799 2IMG_9410IMG_9411IMG_9412

Questa composizione è sempre in divenire, oggi mentre sto scrivendo c’è già un pezzo in più (comprato al mercatino “a spasso tra le rose”) che quando ho scattato le foto non avevo.

Fatte da me le due cartoline con le citazioni: una canzone dei Negroamaro, che non amo particolarmente ma uno dei loro primi CD, del 2005, intitolato proprio “Mentre tutto scorre” è stata colonna sonora dei primi appuntamenti tra me e Luca e la frase che ho riportato mi è sempre piaciuta moltissimo “solo per te, io cambierò pelle, per non sentir le stagioni passare senza di te” e l’altro un grande classico, non potevo scrivere delle canzoni in casa mia senza che ce le fosse una di Luciano, ho scelto anche in questo caso la frase non tanto per la canzone che la contiene ma per il significato che ha anche “da sola” e devo dire che è stata una dura scelta ma questa mi ha convinto più di tutte : “giorno per giorno, sempre ballando, non prendere mai questa vita né poco, né troppo sul serio“.

La meravigliosa “piastrella” con il cuoricino personalizzato l’ho acquistata l’anno scorso a Reggio Emilia in occasione dell’evento “food immersion” ai chiostri di S.Pietro, oltre alla manifestazione culinaria c’era anche in meraviglioso mercatino handmade, di livello davvero elevato.

La stampa centrale l’abbiamo presa l’anno scorso a Milano Marittima, in un negozio di oggettistica per la casa davvero carino, in Viale Forlì, una delle traverse della centralissima Rotonda I° Maggio.

I quadretti rossi della Coca Cola sono cartoline d’epoca prese al mercatino dell’antiquariato di Cervia, che si tiene tutti i mercoledì da Maggio a Settembre.

L’uccellino sul ramo è un regalo di Natale di una delle mie migliori amiche e credo che sia perfetto per “spezzare” un pò dai quadri.

 

IMG_9409LavagnettaIMG_9420IMG_9407DSC02797DSC02790DSC02795DSC02793IMG_9417IMG_9540IMG_9419

Nella mitica parete a righe (penso che il pittore abbia ancora gli incubi a distanza di un anno quando mi pensa, per quanto l’ho fatto tribolare con questa parete) protagonista la lavagnetta della Umbra a forma di vignetta (Link Amazon), l’intenzione iniziale era cambiare spesso la frase o la citazione, ma poi amo così tanto questi versi del mio Luciano che faccio fatica a cancellarli.

In bella mostra tris di bottigliette in vetro Coca Cola piene di sabbia rossa (fatta da noi con sale e gesso).

Altra triade, i porta candele in legno fatti dal mio super papà dalle mani d’oro, che stanno benissimo come ornamento anche “vuoti” ma che con la candela accesa all’interno fanno un gioco di luci magico.

La famosissima scritta “kitchen” di Maison du Monde, uno dei primi regali ricevuti per la nuova casa… dalla mamma (Non la fanno più identica ma sempre in grigio e sempre molto bella – Link qui )!!!

IMG_9395IMG_9400IMG_9416

Sulla parete principale, quella dei fornelli, dominano le nostre iniziali della Saletti, acquistate a Milano da Cargo (Link Love design), il ceppo di coltelli “Heart of knifes” che mi ha regalato per il compleanno la mia mitica cognata (Link Amazon) e le stupende presine COCO’ della bravissima Stefania di Miju Handmade, anche queste acqustate al mercatino hand made in occasione di Food Immersion lo scorso anno (vi lascio in link della sua pagina Facebook, se non la conoscete ve ne innamorerete : Miju Handmade – autodidatta dalle mani d’oto, tutte le sue creazioni sono originali e funzionali, impossibile resistere).

 

IMG_9415IMG_9405

Un minuto di silenzio per la nostra coinquilina speciale , no non la rimantica tour eiffelle e nemmeno le lanterne: la macchina del caffè, una Saeco Syntia che ci siamo regalati per natale qualche anno fà e amiamo alla follia, caffè in chicci, acqua ed il gioco è fatto, dai chicci alla tazzina senza sporcare… una figata!!

 

DSC02807DSC02806

Pois ne abbiamo!? E’ il momento del runner a pois acquistato da Ricci Casa (non più disponibile), i 2 barattoli Maison du Monde (Link qui) e l’alzatina Baci Milano (Link Amazon) che ci ha regalato una amica (la amo da quando ho scartato il pacco, è stupenda!).

 

Direi che è tutto, sono assolutamente innamoratissima della mia cucina, anche se già oggi cambieremmo qualcosa, sicuramente non metteremmo i pensili sospesi nella parete a righe, lasciando magari il posto ad una panca, così da poter essere più comodi quando a cena siamo più di 2, ma nulla è per sempre, quindi è probabile che alla prima occasione di ritinteggio della stanza faremo anche qualche spostamento.

Vi aggiornerò al prossimo cambio di colore, a quale nuovo abbinamento con il grigio lascerà il posto il romantico rosso?? Un bel verde limone magari… mhhh ci sto pensando!

Ne oubliez pas de sourir et aimer
Stefi

 

 

Grazie per le foto alla mia bravissima amica FrancyBò
profilo Instagram – @francybo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “My kitchen, my love

  • Francesca

    Che meraviglia! Sono arrivata qui tramite istagram, cercavo idee per la cucina e direi che le ho trovate. Complimenti, la tua è davvero un incanto. Francy

    • chiacchieredicasa L'autore dell'articolo

      Ciao Francesca! Grazie mille sono contenta che ti sia piaciuta la mia cucina, se stai cercando spunti ed idee io ho trovato molto interessante la lettura del mensile Casa Facile nei mesi prima di scegliere l’arredamento della casa, ci sono molte idee originali e soprattutto pratiche, con budget del tutto “sostenibili”, se non sei già una lettrice te lo consiglio!

      Alla prossima, con le altre stanze della casa 😀

      Stefi