Un po’ di spazio low cost?


Eccomi di nuovo qui! Periodo di rivoluzioni e grandi novità di cui vi parlerò presto, ma prima di tutto novità per la mia amata casetta!

Era da quando siamo entrati in casa che l’arredamento del soppalco proprio non era quello che volevo, lo avevamo infatti arredato con alcuni mobili che avevamo nella vecchia casa, un comò antico, una cassettiera ed un armadio IKEA un pò sgangherato.

Prima di dirvi e farvi vedere come abbiamo trasformato questa stanza, creando più spazio (che serve sempre) e spendendo poco, una brevissima decrizione del soppalco: quando cercavamo casa le cose che non potevano assolutamente mancare erano 2, cucina e salotto separati e che ci fossero 3 camere o almeno 2 camere e un ripostiglio; l’appartamento che abbiamo comprato è una maisonette su 2 piani (2° e 3° piano della palazzina), al primo la zona giorno con cucina, disimpegno, bagno e salotto ed al secondo la zona notte con un altro piccolo bagno e 2 camere da letto… e la 3° camera? Visto che il salotto avrebbe avuto il soffitto altissimo con il tetto a vista, direttamente il costruttore ci ha proposto di aggiungere un soppalco in legno per creare una terza stanza, non l’abbiamo chiuso con pareti sui tutti e 4 i lati per non togliere luce al secondo piano, ma è rimasto uno spazio aperto, di “passaggio” che come vedrete oggi ha 3 spaziosi armadi ed una scrivania, oltre ad essere un comodissimo spazio in inverno per stendere, senza impegnare il bagno o le camere.

Veniamo a noi, presi da un raptus da arredatori, decidiamo che è ora di sistemare il soppalco (notare che dopo 1 anno e mezzo in casa mancano ancora quasi tutti i lampadari… ma per quelli non siamo ancora pronti!).

Immaginate il soppalco come una L, i cui soli lati esterni hanno le pareti, in quella corta abbiamo lasciato la scrivania, mentre in quella lunga volevamo un armadio a parete, che ci permettesse di sfruttare al massimo lo spazio in altezza e larghezza, non banale visto che, essendo il nostro un secondo piano mansardardato, le altezze non sono quelle degli armadi standard ma l’altezza massima nella parete è di 182 cm, la maggior parte degli armadi sono minimo 2 metri, la scelta era quindi tra i pochi modelli bassi dell’IKEA (non il famoso PAX per intenderci, perchè parte da altezze superiori) o farsi fare un armadio su misura e spendere un capitale! Entra poi in ballo la questione larghezza, volevamo infatti sfruttarla al massimo, quindi trovare un armadio o una combinazione che si “incastrasse” perfettamente, per non avere spazio inutilizzato.

Dopo varie ricerche su internet ed un lungo pomeriggio all’IKEA, scegliamo il modello ANEBODA (74,99€), l’armadio è alto 180 cm e largo 81, le prendiamo quindi 3 per riempire la parete. I modelli di questa altezza erano 3 o 4, noi abbiamo escluso tutti quelli in color legno scuro, stiamo infatti arredando tutta la casa in bianco e grigio chiaro, di questo colore le scelte erano tra quello che abbiamo scelto ed il guardaroba NORDLI, circa delle stesse dimensioni ma per 229€ ciascuno, un investimento di gran lunga superiore per l’intera parete, quindi decidiamo che ANEBODA è quello che fa per noi.

IMG_0822

Acquistiamo anche alcune scatole della linea SVIRA, in 2 diverse dimensioni, per contenere le cose più piccole o i documenti, che oggi tenevamo nei cassettoni del comò antico.

IMG_0823 IMG_0824

Ultimo scoglio sono i ripiani, infatti di default ogni armadio ha il bastone appendi abiti ed una sola mensola, per le nostre esigienze serviva 1 solo bastone appendi abiti (da montare in uno dei 3 armadi) e più ripiani da mettere nei 2 armadi restanti, per tutte le scatole e la biancheria, risolviamo il problemi all’OBI, ci rechiamo al servizio “taglio legno” con una delle mensole IKEA in dotazione nell’armadio e abbiamo chiesto di farcene 4 uguali… et voilà: al prezzo totale di circa 30€ abbiamo portato a casa 4 mensole identiche a quelle IKEA per poter completare i nostri armadi.

Ecco il lavoro finito!

La parete completa:

IMG_0814 IMG_0815

Il primo armadio con il bastone appendi abiti:

 

IMG_0818

L’armadio centrale con i documenti e le scatole:

IMG_0820

L’ultimo con la biancheria da letto e da bagno:

Che ne pensate??

Molte scatole sono ancora vuote e nella disposizione sono stata “comoda”, quindi di spazio da ricavare ce n’è ancora molto.
Alla prossima trasformazione!
Ne oubliez pas de sourir ed aumer.
Stefi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *